Con il nuovo anno finalmente hai deciso di dare una scossa al tuo business e  ti appresti a migliorare la strategia marketing della tua azienda. Hai dato un’occhiata agli analytics ed hai trovato alcune idee per migliorare il tuo ROI. O forse spulciando attentamente i dati ti sei accorto che la tua strategia è ad un punto morto ed hai parecchie perplessità sulle cose da fare.

In entrambi i casi hai deciso di fare qualcosa e questo è sicuramente un bene.

Un’importante area di miglioramento per la maggior parte delle aziende si presenta sotto forma di marketing automation. Non è affatto una nuova tendenza del web marketing, piuttosto è quella che gli esperti indicano sempre più come essenziale nell’approntare una strategia.

Gli ultimi anni hanno visto un incredibile aumento del marketing automation. In effetti, i dati mostrano che la spesa per il marketing automation dovrebbe salire a $ 25,1 miliardi entro il 2023 . Se nella vostra azienda non lo state ancora utilizzando è comprensibile. Molti, infatti, ne percepiscono il valore ma sentono di non avere le capacità o il team per utlizzarlo.

Per fortuna, iniziare non è così difficile come sembra. Esistono molti modi per sfruttare il marketing automation a vantaggio della tua azienda. Dalla raccolta di lead, alla distribuzione di contenuti, al retargeting e altro ancora, vediamo come puoi farlo funzionare al meglio.

Gestione dei lead

Conosciamo tutti il ​​valore dei lead, ma sappiamo anche quanto sia difficile (e dispendioso in termini di tempo) segmentarli correttamente. I lead possono arrivare da differenti canali, da differenti buyer personas e da differenti fasi del buyer journey.

Per padroneggiare in maniera professionale la gestione dei lead è necessario un metodo per determinare in modo efficace quali lead sono qualificati o meno, a quale segmento appartengono e in che modo possano essere adeguatamente “nutriti” . I software di lead automation possono far risparmiare tempo alla tua azienda, contribuendo al contempo a migliorare l’efficacia complessiva. Gli strumenti di marketing Automation si basano sulla smart automation per aiutarti a ordinarli e a segmentarli.

Il lead scoring è così diventato un importante punto di svolta nelle varie strategie marketing. Invece di presumere che tutti i lead siano qualificati e pronti per l’acquisto, il lead scoring aiuta a comprendere meglio ogni lead. Il punteggio dei lead tiene conto di numerosi fattori (come dati demografici, interazioni sui social media o interazioni precedenti con la tua attività) al fine di fornire un’analisi più accurata.

In questo modo si avrà una visione migliore e più completa di chi sono effettivamente i tuoi lead, in modo da  iniziare a nutrirli con contenuti appropriati in base a dove si trovano nella tua canalizzazione di vendita. Automatizzando questo processo hai più tempo per concentrarti sulla creazione di contenuti di qualità che coinvolgeranno i tuoi lead e li sposteranno nella canalizzazione di vendita.

Flywheel funnel GlobalKult

E-mail Marketing

L’email marketing è un modo efficace per coinvolgere il tuo pubblico, ma ogni anno che passa diventa sempre più complicato farlo al meglio. Non solo le caselle di posta sono affollate di mail, ma molte aziende stanno semplicemente facendo un lavoro migliore nel fornire messaggi pertinenti e personalizzati con cui le persone interagiscono realmente.

Se non stai facendo lo stesso, il tuo pubblico quasi sicuramente è sulla buona strada di annullare ad esempio l’iscrizione alla tua newsletter. L’automazione dell’email marketing, tuttavia, può farti risparmiare tempo e aiutarti a inviare i messaggi giusti alle persone giuste.

In particolare, la creazione di drip campaign automatizzate è un ottimo modo per sfruttare l’automazione al fine di incrementare le vendite. Le drip campaign sono una serie di messaggi e-mail che vengono inviati per un certo periodo di tempo. Queste e-mail hanno lo scopo di invogliare i tuoi clienti iscritti alla newsletter e spingerli verso qualunque sia il tuo obiettivo di marketing come: acquistare un prodotto, iscriversi a un webinar o semplicemente aumentare il traffico del sito web.

Qualunque piattaforma e-mail che stai usando dovrebbe avere un minimo di automazione integrata in modo da poter impostare queste campagne. Mailchimp è uno dei principali strumenti di email marketing con molte opportunità di automazione, un altro strumento da prendere in considerazione potrebbe essere Drip che ti aiuterà a creare una varietà di messaggi automatizzati.

Personalizzazione dei contenuti

La personalizzazione dei contenuti è un must assoluto nel marketing da un po’ di tempo a questa parte. Il 77% degli esperti di marketing concorda sul fatto che la personalizzazione è vitale per il successo. A tutti gli utenti piacerebbe ricevere news o contenuti personalizzati. Per fortuna, una delle tante cose che il marketing automation può fare per te è proprio la personalizzazione dei messaggi e il targeting.

Naturalmente il marketing automation non crea contenuti questo spetta a voi, bisogna lavorare sodo per crearne una cospicua varietà, l’automation vi aiuterà “solo” a consegnare i contenuti giusti al pubblico giusto. Con una accurata strategia di marketing automation, puoi segmentare il tuo pubblico in gruppi di interesse e differenziare le tue mail con messaggi appropriati.

Ci sono diversi software che ti possono aiutare in questo compito, uno dei più efficaci è Optimizely che ti aiuta a fornire contenuti mirati in tempo reale!

Raccogliendo e analizzando le informazioni dei consumatori, come la loro attività sul tuo sito Web, il comportamento sui social media e altro, Optimizely può aiutarti a fornire contenuti pertinenti e personalizzati a tutti gli utenti del tuo sito come ad esempio visualizzare pop-up unici a differenti visualizzati da diversi segmenti di pubblico. Il consiglio è di implementare la personalizzazione il più frequentemente possibile, nei contenuti, sui social media o sul sito. L’automazione ti aiuta a farlo in modo rapido ed efficace.

Assistenza clienti

Avere un servizio clienti che funzioni bene è solo uno dei tanti modi per distinguerti dalla concorrenza. Automatizzare parte di questo processo è un ottimo modo per avere più tempo da dedicare ad altre settori della tua attività.

Le persone interagiscono in maniera sempre più numerosa con i chatbot. Oltre il 60% degli utenti che hanno avuto “una conversazione” con un chatbot su Facebook Messenger ha risposto. Questo numero è in aumento rispetto agli anni passati e continuerà a crescere.

Gli utenti si aspettano un servizio clienti rapido ed efficiente. Un chatbot ti consente di interagire con il tuo pubblico 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana. Inoltre, questi robot possono archiviare informazioni sui tuoi clienti in modo che tu possa utilizzarle per fornire news pertinenti o inviare messaggi mirati.

Si può usare un programma come ManyChat per aiutarti a configurare il tuo chatbot di Facebook Messenger. Non c’è bisogno di avere conoscenze tecniche avanzate per creare il tuo bot. Se non vuoi usare facebook un ottimo strumento è il chatbot di Hubspot, gratuito e personalizzabile.

Retargeting

Infine, bisognerebbe sfruttare il marketing automation in maniera accurata quando si tratta di retargeting. Gli utenti che atterrano sul tuo sito web in qualche modo hanno compiuto un’azione: sono lead qualificati che non vuoi lasciarteli sfuggire!

Ci sono molti modi per automatizzare il tuo retargeting. Se sei una azienda di e-commerce, dovresti seguire e ripetere il retarget di ogni singolo utente che abbandona il proprio carrello . Se un utente non ha aggiunto articoli al proprio carrello, puoi comunque ripetere il targeting in base ad altre azioni, oppure targettizzare gli utenti che hanno precedentemente interagito con una determinata sezione del tuo sito, ad esempio una specifica categoria di abbigliamento.

Le notifiche push sono un ottimo modo per reindirizzare il tuo pubblico. Naturalmente se un utente trascorre molto tempo sul tuo sito Web, ma non ti fornisce l’indirizzo e-mail, non ti rimangono molte opzioni per il retargeting. Tuttavia, dal momento in cui siiscrivono alle notifiche push, si può provare a effettuare il retargeting immediato!

Oltre al retargeting dei carrelli abbandonati, ti consigliamo anche di impostare notifiche automatiche e ricorrenti destinate a coinvolgere nuovamente i clienti che non hanno visitato il tuo sito web da un po ‘di tempo. Puoi configurarlo facilmente creando un segmento di utenti che non hanno visitato il tuo sito per un certo periodo di tempo (ad esempio, 1 settimana). Il segmento si aggiornerà automaticamente e la tua notifica verrà inviata in base alla pianificazione impostata (giornaliera, settimanale, mensile). Questo è un modo semplice per coinvolgere il tuo pubblico e ottenere un flusso costante di traffico sul tuo sito.

Conclusione

Se non hai mai impostato alcuna funzione di marketing automation, può sembrare complicato iniziare a farlo. Tuttavia, grazie a strumenti utili e relativamente semplici puoi iniziare facilmente. Il marketing automation è un ottimo modo per semplificare il processo di raccolta e valutazione dei lead, inviare e-mail mirate o contenuti personalizzati, fare un buon customer care e altro ancora..

HA BISOGNO DI UNA STRATEGIA PERSONALIZZATA DI MARKETING AUTOMATION? CONTATTACI