Sicuramente hai sentito parlare di Marketing Automation, ma sai veramente cos’è e come la tua azienda può sfruttarlo?

La presenza di sistemi di automazione in un’azienda consente di aumentare il numero dei tuoi clienti senza accrescere il numero dei dipendenti.

Ma è davvero così semplice come sembra oppure se non usato in modo congruo è solo un altro pozzo senza fondo per i tuoi investimenti?

Se ti occupi di marketing, probabilmente hai sentito parlare del marketing automation.  Marketing automation è un bel modo di dire e suona molto bene ma dietro l’analisi semantica si nasconde tutto un mondo che le parole automation e marketing da sole non riescono a contenere.

Il marketing è la linfa vitale di ogni relazione azienda – cliente (o potenziale cliente). Il marketing è inoltre fortemente integrato con le vendite. Quando le aziende vengono fondate, sono generalmente gestite da chi fa il prodotto e chi lo vende. I designer, gli ingegneri, gli operai creano il prodotto, i venditori invece presidiano il territorio cercando di creare connessioni 1: 1 con i potenziali clienti.

Cos’è il Marketing Automation

Il processo di vendita è l’origine del marketing.

Quando un’azienda inizia a crescere, è impossibile mantenere relazioni 1: 1 con tutti. A questo punto, è il momento di assumere un direttore marketing in grado di costruire su scala programmi orientati alle prestazioni e incentrati sulla conversione.

Alla fine, il programma di marketing della tua azienda diventerà così grande che non potrai – probabilmente – gestire tutto tramite i fogli di calcolo come Word o Excel. Puoi sempre assumere un team di specialisti di marketing, ma alla fine inizierai a sprecare denaro in attività ridondanti come inviare e-mail a nuovi clienti, impostare programmi di social media – e-mail e inviare e-mail ai tuoi utenti ogni volta che pubblichi contenuti del blog.

Ecco dove entra in gioco il Marketing Automation

Definizioni di Marketing Automation

Il marketing automation è un concetto difficile da definire in poche parole. Il modo migliore per comprendere il concetto è di esaminare ciò che affermano gli specialisti di questo settore:

Il Marketing Automation è una categoria di software che semplifica, automatizza e misura le attività di marketing e i flussi di lavoro in modo che le aziende possano aumentare l’efficienza operativa e aumentare le entrate più rapidamente. – Marketo

Il Marketing Automation è l’uso di software per automatizzare i processi di marketing come la segmentazione dei clienti, l’integrazione dei dati dei clienti e la gestione delle campagne. L’uso dell’automation rende i processi che altrimenti sarebbero stati eseguiti manualmente molto più efficienti e rende possibili nuovi processi. L’automazione del marketing è parte integrante della gestione delle relazioni con i clienti. – SearchCRM

Il Marketing Automation è l’uso di software e servizi basati sul Web per eseguire, gestire e automatizzare attività e processi di marketing. Sostituisce i processi di marketing manuali e ripetitivi con software e applicazioni appositamente progettati per le prestazioni. – Techopedia

Il Marketing Automation un sottoinsieme della gestione delle relazioni con i clienti (CRM) che si concentra sulla definizione, pianificazione, segmentazione e tracciamento delle campagne di marketing. L’uso dell’Automatio Marketing rende i processi, che altrimenti sarebbero eseguiti manualmente, in modo molto più efficiente e rende possibili nuovi processi.
Nella migliore delle ipotesi, il Marketing Automation comprende software e strategie che consentono alle aziende di acquistare e vendere, ovvero coltivare potenziali clienti con contenuti utili e altamente personalizzati che aiutano a convertire i potenziali clienti in clienti e li trasformano in clienti soddisfatti. Questo tipo di Marketing Automation genera nuove entrate significative per le aziende e fornisce un eccellente ritorno sull’investimento richiesto. – Hubspot

Cosa può fare il marketing automation per la tua azienda

È comune per gli esperti di marketing parlare in modo intercambiabile di marketing automation e di email marketing. Il fatto è che l’email marketing è una componente del marketing automation, ma i due sono tutt’altro che la stessa cosa.

Il marketing automation combina diversi canali di acquisizione e fidelizzazione dei clienti per conformarsi alla canalizzazione di conversione dell’azienda.

In poche parole ecco cosa significa

Il ciclo di acquisto di qualsiasi azienda si estende su più punti di contatto. Ad esempio, un cliente può trovare la tua azienda attraverso la ricerca su Google. Potrebbe decidere di “mettere mi piace” alla pagina Facebook della tua azienda e quindi tornare sul sito per leggere un articolo di blog condiviso di recente. Il tuo fantastico contenuto del blog potrebbe convincerlo a iscriversi alla tua newsletter.

I percorsi di conversione sono unici. Ma immaginate di seguirne centinaia o migliaia contemporaneamente: è impossibile. Ecco dove entra in gioco l’ automation marketing.

IL marketing automation collega più punti di contatto e canali di marketing tra cui social media, e-mail marketing e content marketing. Uno degli obiettivi principali di marketing automation è quello di alimentare le prospettive a lungo termine, il che significa concentrarsi su obiettivi che vanno oltre la vendita diretta.

Uno dei miti da sfatare è che il marketing automation sia freddo, disumano e impersonale o che l‘ “automation” sia solo un altro modo per dire che stiamo spammando le persone.

La realtà invece è che il marketing automatizzato  semplifica l’invio di messaggi personalizzati 1: 1 mirati. In altre parole, il marketing automation rende la comunicazione più forte. Quando automatizzi il tuo marketing, puoi concentrarti maggiormente sulla qualità delle tue campagne e dei tuoi messaggi. L’automazione offre al tuo team la possibilità di aggiungere dei tocchi personali alla tua campagna: raccogliendo dati sugli interessi e gli obiettivi di un potenziale cliente, si possono personalizzare le offerte future in modo che siano più pertinenti. In realtà, l’automation marketing consentirà alla tua organizzazione di:

  • Aggiungere contenuti dinamici in base al profilo utente specifico di una persona. Ad esempio, è possibile inviare offerte mirate a seconda delle diverse pagine del sito web che si stanno visitando
  • Classificare i clienti e i potenziali clienti in base a comportamenti, interessi e dettagli demografici comuni. Queste saranno le dimensioni per segmentare i tuoi clienti.
  • Sviluppare modelli di marketing ottimali. Il marketing automation può aiutare la tua azienda a testare diverse variabili come i tempi di invio e-mail, i titoli degli oggetti e le idee per la personalizzazione.
  • Integrare i canali di marketing per offrire un’esperienza utente completa e multipiattaforma.
  • Assicurarsi che ogni punto di contatto sia pianificato con cura per l’ottimizzazione ottimale della conversione.

Ma si può definire allora il marketing automation come spam?

Assolutamente no.

L’automazione è uno dei canali di marketing più intuitivi in ​​circolazione perché è personalizzato per esperienze utente personalizzate. Non si sta spammando il tuo pubblico con un messaggio pubblicitario. Si immagini invece di coltivare lead e guidare i potenziali clienti attraverso l’imbuto di conversione delle vendite.

Il marketing Automation non è solo un software

Abbiamo parlato di strategie, canali di marketing e software. Ma l’automation marketing è qualcosa di più.

I principali leader di pensiero nell’automazione del marketing sono le stesse società che producono il software per gestire questi processi.

Riteniamo sicuramente che il software sia una parte fondamentale del marketing automation, ma molti sono esperti nell’uso del software piuttosto che essere esperti di automation marketing

Il Marketing Automation inizia con la comprensione della differenza tra “strategie” e “tattiche”.

Le strategie sono quadri di marketing creativi ma strutturati.

La tattica prevede invece l’implementazione di specifiche tecniche di marketing, ad esempio, indipendentemente dal fatto che le intestazioni degli oggetti e-mail contengano verbi d’azione.

Per avere successo con il marketing automation, è necessario un sano mix di strategia e tattica.

Marketing Automation e Inbound Marketing

Il termine inbound marketing è qualcosa di cui probabilmente si sente parlare spesso abbinato al marketing automation.

Le due cose vanno di pari passo, ma cosa significa esattamente “inbound marketing” e cosa c’entra con l’automation?

I termini “inbound marketing e marketing dei contenuti sono spesso usati in modo intercambiabile. I due concetti sono aumentati in popolarità – in parallelo – nell’ultimo decennio.

L’inbound marketing è una pratica di acquisizione dei clienti che si basa su relazioni umane. HubSpot , una piattaforma di marketing e automation,  è una delle aziende che ha la responsabilità di aver reso popolare questo termine.

Il concetto esiste dal 2006 ed è centrale nell’era digitale. In effetti, HubSpot lo definisce “il metodo di marketing più efficace per fare affari online”.

Invece di fare affidamento sui metodi di marketing in uscita come acquistare annunci, acquistare elenchi di e-mail e spingere in modo aggressivo il pubblico a diventare leader del proprio settore, al contrario l’inbound marketing è la pratica di attrarre gli utenti attraverso contenuti di qualità che attirano le persone verso la tua azienda e il prodotto in modo naturale. Allineando contenuti e materiali di marketing con l’interesse dei clienti, un marchio è in grado di attrarre, deliziare e coinvolgere i clienti nel tempo.

Come definito da Hubspot , ecco cosa si cela dietro l’inbound marketing:

  • Generazione di contenuti: creare contenuti mirati che rispondano direttamente alle esigenze dei clienti. Tale contenuto dovrebbe essere di altissima qualità, divertente, coinvolgente e condivisibile.
  • Targeting per canalizzazione di conversione: gli esperti di marketing dovrebbero prestare attenzione – e rispetto – al fatto che le persone attraversano diverse fasi di acquisto mentre interagiscono con la tua azienda. Ogni fase richiede diverse esigenze di marketing. Un cliente che osserva la tua azienda per la prima volta, ad esempio, potrebbe non rispondere bene a un CTA aggressivo, “acquista ora”.
  • Personalizzazione: man mano che sviluppi la tua strategia di inbound marketing e marketing automation, imparerai sempre qualcosa in più sui tuoi lead. Questo processo di apprendimento consentirà alla tua azienda di reinvestire tali dati nel perfezionare la tua strategia di marketing. Il software di marketing automation ti aiuterà a semplificare questo processo e creare connessioni 1: 1 con centinaia di migliaia e persino milioni di utenti.
  • Cross-channel:le strategie di marketing multicanale collegano tutti i punti di contatto del percorso del cliente. È comune per gli utenti interagire con i tuoi marchi attraverso diversi canali: e-mail, social e contenuti prima di decidere di impegnarsi in un acquisto. L’analisi dei dati sarà cruciale per questo framework, quindi bisogna assicurarsi di conoscere bene questi strumenti.
  • Integrazione: i software di marketing e di analisi devono comunicare efficacemente tra loro. Questa integrazione contribuirà a garantire che il tuo marchio sta inviando i giusti messaggi di marketing al pubblico giusto al momento giusto nel suo percorso di acquisto.
  • Attrazione e coinvolgimento: l’acquisizione del traffico è solo una parte dell’equazione di inbound marketing. Le aziende hanno bisogno di traffico qualificato e mirato per avere successo nel loro marketing. Vogliamo attrarre un pubblico per farli diventare clienti felici e di lunga durata e che faranno da punto di riferimento per altri clienti.
  • Conversione e avanzamento attraverso la canalizzazione: una volta che hai visitatori sul tuo sito web, il passo successivo è convertirli. Per lo meno, dovresti iniziare a raccogliere i loro indirizzi email. Una volta che inizi a creare un elenco di posta elettronica organico, puoi iniziare a contattare i tuoi clienti e potenziali clienti in modo da poterli coinvolgere nuovamente attraverso i tuoi contenuti: e-book, white paper e fogli di suggerimenti.
  • Chiusura:  Ora che sei diventato una calamita di lead, bisogna chiudere l’affare innescando messaggi di marketing che ispirano gli utenti ad agire. A questo punto della tua strategia di marketing, devi trasformare i lead in clienti (e i clienti esistenti in acquirenti abituali). Dovresti usare tecniche come il lead scoring il lead nurturing, la mappatura del processo di acquisto e le tattiche di vendita classiche.

Il marketing auomation può aiutare a connettere e semplificare queste azioni apparentemente disparate. Invece di raggiungere manualmente i clienti, è possibile utilizzare il software per stabilire queste obbligazioni 1: 1.

Il contenuto è il cuore dell’inbound marketing.